Semplici regole per acquistare e vendere casa nel modo più rapido e sicuro possibile

Acquistare o vendere casa, si sa, è una scelta impegnativa, con cui probabilmente non tutti hanno molta dimestichezza: vediamo assieme come fare per rendere il percorso il più semplice possibile.

Vendere o acquistare casa in modo consapevole, è importante: vi proponiamo qui di seguito alcuni accorgimenti, nel caso in cui vi stiate apprestando a questo passo.

Se siete il venditore

  • Ci sono elementi da sistemare? Una grondaia che perde, uno scalino divelto, una finestra bloccata o delle macchie sul soffitto possono dare un’impressione dell’abitazione peggiore di quanto non sia in realtà e vale la pena investire qualche soldo e qualche ora di lavoro per sistemarli.
  • Punti di forza del quartiere: quali sono le caratteristiche che potrebbero attrarre un possibile acquirente? E quali i punti deboli? Avere le idee chiare, vi permetterà di rispondere in modo più esaustivo ai possibili acquirenti.
  • Fate stimare la proprietà: un’agenzia immobiliare o un geometra potranno aiutarvi a definire il prezzo più corretto, non solo in considerazione delle caratteristiche della casa, ma anche di quelle del mercato in quel momento.
  • Definite le modalità di pagamento: decidete quale sarà la caparra e quali i tempi e le scadenze per i pagamento. Ricordate che questi ultimi devono essere tracciabili per legge.
  • Informatevi sulle spese di vendita: durante la transazione, alcuni costi sono a carico del venditore, altre a carico del compratore ed è importante sapere quali vi competono. Chiedete al vostro agente immobiliare, o presso l’Agenzia delle Entrate di zona.
  • Recuperate tutta la documentazione necessaria: oltre ai certificati di proprietà, la certificazione energetica, la certificazione di conformità degli impianti tecnologici e della documentazione relativa a eventuali condoni edilizi.
  • Definite tempi e modalità di visita dei potenziali acquirenti: ciò vi permetterà di preparare la casa, pulendola e riordinandola, così da dare la miglior impressione possibile ai visitatori.

regole per acquistare casa

Se invece siete il compratore:

  • Determinate il tetto di spesa: avere le idee ben chiare su quanto potete spendere è importante. Informatevi sui costi di un mutuo e sulle modalità di restituzione delle rate e valutate attentamente loro peso sul vostro budget familiare.
  • Informatevi sui costi: come per il venditore, anche per il compratore è importante sapere quali costi andranno ad aggiungersi al prezzo d’acquisto vero e proprio.
  • Fate l’elenco delle vostre esigenze: portatevi l’elenco durante le visite, in modo da non dimenticare nulla e da non lasciarvi fuorviare da aspetti meno rilevanti.
  • Verificate che il venditore sia in possesso di tutta la documentazione necessaria, a partire dall’atto d’acquisto del venditore. Non dimenticate i certificati di conformità degli impianti e di informarvi sull’esistenza di eventuali ipoteche.
  • Informatevi sulle spese di gestione, delle tasse annuali e sulla possibilità di modifiche interne. Se state valutando l’acquisto di un appartamento, chiedete di vedere il regolamento condominiale.
  • Fate un giro dell’isolato e verificate la presenza di eventuali rumori, come la vicinanza di una strada molto frequentata o di una linea ferroviaria. Se potete, parlate con i vicini per sapere quali sono i vantaggi e gli svantaggi dell’abitare nella zona che state prendendo in considerazione.

Il consiglio più importante per entrambi i casi è di procedere con la maggior tranquillità possibile, magari rivolgendovi a dei professionisti, che vi sapranno consigliare e supportare nel modo migliore.

BONUS PRIMA CASA 2017: Agevolazioni fiscali per l’acquisto

Parliamo di BONUS PRIMA CASA 2017, un insieme di agevolazioni fiscali per l’acquisto di immobili destinati a diventare abitazione principale.

Iniziamo con delle importanti novità per le giovani coppie che vogliono iniziare la loro vita in una casa nuova; tra i principali beneficiari del bonus prima casa 2017 ci sono appunto loro, le nuove generazioni under 35, alle quali sono riservate esclusive detrazioni fiscali e agevolazioni sul mutuo. Un regalo alle giovani coppie che vuole essere un auspicio per l’intero paese, in quanto agevolazioni fiscali e accessi al mutuo permettono al mercato immobiliare Italiano di risollevarsi e tornare vigoroso al pari di qualche anno fa. Ma non si pensi che l’agevolazione sia un incentivo ad uso esclusivo dei giovani, poiché il bonus prima casa permette di fatto a tutti i cittadini di acquistare una casa con importanti riduzioni dell’iva, dell’imposta di registro e di una quota d’irpef, purché rispondano a determinati requisiti.

prima-casa-bonusIn primo luogo, per poter beneficiare del bonus prima casa è strettamente necessario che l’acquisto non riguardi abitazioni rientranti nelle categorie catastali A7, A8 e A9. Quindi, no a case di lusso. Se avete qualche dubbio sulla categoria di appartenenza dell’abitazione che si vuole acquistare, lasciate che siano gli esperti (ingegneri, architetti e geometri) a verificare le caratteristiche catastali dell’immobile.

I REQUISITI PER ACCEDERE AL BONUS

  • Non possedere una casa nel territorio nazionale acquistata con agevolazioni o, in alternativa, venderla entro un anno;
  • non essere proprietari di un altro immobile destinato ad abitazione nello stesso Comune nel quale si richiedono le agevolazioni per l’acquisto della prima casa;
  • non essere titolare di diritto d’uso, usufrutto o abitazione di altro immobile nello stesso Comune in cui si richiede l’agevolazione sull’acquisto della prima casa;
  • essere residente nel Comune in cui si acquista casa o stabilirvi la residenza in 18 mesi dall’acquisto agevolato, ovvero dimostrare che la propria sede di lavoro è situata nel suddetto Comune.

Una delle novità più rilevanti del bonus prima casa 2017 è la possibilità di accedere alle agevolazioni anche se in possesso di una casa, diversamente da quanto stabilito dal precedente bonus 2015. Anche chi è già in possesso di un’abitazione può usufruire del bonus prima casa tuttavia, come osservato poco sopra, questi dovranno attenersi al vincolo per il quale la vendita della casa precedente dovrà essere effettuata entro 18 mesi dall’acquisto soggetto ad agevolazioni.

LE AGEVOLAZIONI PREVISTE DAL BONUS PRIMA CASA 2017:

  • Iva al 4%: Riduzione dell’Iva dal 21% al 4% solo per chi acquista una casa dall’impresa costruttrice. A questa si aggiungono 200 € per imposta ipotecaria e catastale;
  • Imposta di registro al 2%: l’imposta di registro è ridotta al 2% qualora l’immobile fosse acquistato da privati;
  • Detrazione Irpef 19%: per acquisti da agenzie immobiliari è prevista la detrazione Irpef sull’importo erogato dall’agenzia per un massimo di 1.000 euro;
  • Credito d’imposta: i soggetti che vendono e riacquistano casa nell’arco di 12 mesi possono sottrarre dall’imposta da pagare quella già pagata per l’acquisto della precedente abitazione;
  • Acquisti per successione e donazione: Per gli acquisti per successione e donazione l’agenzia delle entrate ha previsto l’applicazione del bonus catastale con imposta ipotecaria e catastale equiparata a quella degli acquisti dalle imprese costruttrici, ovvero una quota fissa di 200 €.

Seguendo questo link troverete una breve e semplice guida provvista di tutte le indicazioni necessarie per l’acquisto di una prima casa.